Continua il coinvolgimento delle scuole

Fulvia, Bruna, Lorenzo, Salvatore, Jaja e Tina sono i volontari che con grande impegno da diversi mesi stanno presentando a sempre più scuole sul territorio i progetti e la triste realtà del popolo siriano.

Dopo il progetto kit scolastico decollato nel 2014,  l’attività di coinvolgimento e sensibilizzazione nei confronti di alunni, insegnanti e dirigenti è diventata un punto fermo dell’associazione.

Da novembre, sono già stati visitati oltre 15  istituti.  Durante le presentazioni alle classi (percorsi diversi messi a punto per fasce di età) si cerca di trasmettere il  moto dell’associasione: “Insieme si può fare“, se arriva al cuore dei bambini piantandoci dentro un piccolo seme….forse una speranza ci sarà!

Le presentazioni hanno permesso di raccogliere materiale scolastico, biciclette, alimenti, tutti aiuti che sono stati inviati in Siria nei container. Alcuni scuole-studenti hanno messo in campo delle raccolte straordinarie coinvolgendo tantissime persone. Un risultato sorprendente!

Cicca sull’immagine per vedere l’elenco completo.
tabella-scuola

LE PRESENTAZIONI

Per la prima e la seconda elementare si comincia con una fiaba tratta dal libro di Italo Cassa Amin, Aisha e il mare, ne leggiamo un riassunto agli studenti mentre vengono proiettate delle immagini che richiamano il testo (alcuni sono quadri di autore). Poi si passa alla proiezione vera e propria, quella della nostra storia e attività, che parte dai campi profughi in Syria, container dei primi viaggi e condizioni generali sopratutto dei bimbi per arrivare ai viaggi in Turchia. Nella parte finale vengono spiegati i progetti in corso cercando di coinvolgere i bambini facendoli partecipare!
I bimbi si appassionano sopratutto alle foto della scuola di Mudanboy!!!!

Dalla terza elementare in avanti invece si parte da un breve video girato al campo di Bab Al Salam, per poi procedere con foto e presentazioni della Onlus. I bambini di questa età sono molto curiosi e le domance sono sempre tante.

Alla scuola dell’infanzia il lavoro è molto particolare e mirato. Si procede con una valigia da cui si tolgono degli oggetti con la lettura di una fiaba molto bella appositamente selezionata: la zattera. Dalla valigia vengono tolti i disegni della fiaba e altri oggetti. Ovviamente l’attenzione è leggermente diversa e bisogna cercare di essere più brevi possibile!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la miglior esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi